Clinicamente validato.

In collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Il database comprende oltre 10.000 pazienti dai 30 ai 90 anni.

Validazione clinica ottenuta attraverso studi multicentrici nazionali ed internazionali con i più importanti centri per la diagnosi dell’osteoporosi in Italia e in Europa coordinati dal Comitato Scientifico interno composto dalle personalità mediche più influenti a livello internazionale.

Performance.

La tecnologia è completamente automatica per ottenere performance elevate in termini di accuratezza e precisioni indipendenti dall’operatore. L’algoritmo implementato identifica automaticamente i volumi ossei scartando le acquisizioni errate e gli artefatti assicurando che le valutazioni diagnostiche vengano effettuate solo su immagini e segnali di elevata qualità.

Il database comprende oltre 10.000 soggetti dai 30 ai 90 anni, raggruppati in intervalli di 5 anni e divisi in tre sottogruppi in base al valore di BMI. I pazienti sono stati sottoposti ai seguenti esami diagnostici: scansione DXA del rachide lombare e del femore prossimale (con calcolo TBS), scansione ecografica con sistema EchoS e questionario FRAX®.

I dati sono stati utilizzati per calcolare le coppie corrispondenti dei modelli spettrali di riferimento: “osteoporotico / sano” e “fragile / non-fragile”. I valori di BMD sono stati confrontati con i risultati delle misurazioni DXA, mentre i valori di Fragilità Ossea sono stati confrontati con le previsioni di probabilità di frattura a 10 anni attraverso il FRAX®.

L’accuratezza diagnostica dell’ innovativa tecnologia  è stata clinicamente testata e i risultati ottenuti, pubblicati su riviste mediche internazionali, hanno dimostrato una totale corrispondenza con i valori di riferimento delle attuali tecniche gold standard sia a livello di BMD / T-Score e sia per il rischio di frattura (FRAX).

Centri di Riferimento.

Dr. Maria Luisa Brandi
University of Florence and Metabolic Bone Diseases Unit,
University Hospital of Florence, Italy.

Dr. Adolfo Diez-Perez
Department of Internal Medicine,
Hospital del Mar, Barcelona, Spain.

Dr. Jean-Yves Reginster
University of Liège and Bone and Cartilage Metabolism Unit
Liège, Belgium.

Dr. Cyrus Cooper
MRC Lifecourse Epidemiology Unit, University of Southampton,
Southampton General Hospital,
Southampton SO16 6YD, United Kingdom.

Dott. Maurizio Muratore
ASL Lecce, P. O. Galateo, UO Reumatologia, San Cesario di Lecce (LE)

Dott. Stefano Gonnelli
Policlinico “Le Scotte”, Dipartimento di Scienze Mediche,
Chirurgiche e Neuroscienze, AOU, Siena

Dott. Maurizio Rossini, Dott. Davide Gatti
Policlinico Borgo Roma Gianbattista Rossi, Sezione di Reumatologia,
AOUI Verona (VR)

Dott. Marco Matucci Cerinic
Dipartimento di Biomedicina, Divisione di Reumatologia AOU Careggi,
Villa Monna Tessa, Firenze

Dott. Giovanni Arioli
AO “Carlo Poma”, UO Riabilitazione Specialistica, Pieve di Coriano (MN)

Dott. Gerolamo Bianchi, Dott. Giuseppe Girasole
Azienda Sanitaria Genovese, UO Reumatologia, Ospedale La Colletta, Arenzano (GE)

Innovativo Metodo REMS per

densitometria  ossea  assiale.

Correlazione diretta con la tecnologia DXA.

Unica tecnologia per la densitometria ossea non-invasiva capace di valutare sia la densità ossea che la fragilità ossea nei siti di riferimento assiali per la diagnosi dell’osteoporosi: vertebre lombari e collo del femore.